cerca nel blog

Post più popolari

mercoledì 23 febbraio 2011

I VESPRI SICILIANI: quando i maledetti invasori francesi furono scacciati dalla Sicilia



QUANDO I MALEDETTI INVASORI FRANCESI FURONO SCACCIATI DALLA SICILIA
I VESPRI SICILIANI: un grande evento storico avvenuto a Palermo il 31 marzo del 1282, lunedì di Pasqua, sul sagrato della Chiesa dello Spirito Santo. A generare l'episodio fu - secondo la ricostruzione storica - la reazione al gesto di un soldato dell'esercito francese, che si era rivolto in maniera irriguardosa ad una giovane donna accompagnata dal consorte, mettendole le mani addosso con il pretesto di doverla perquisire ; a difesa di sua moglie, lo sposo riuscì a sottrarre la spada al soldato francese e lo uccise. Tale gesto fu appunto la scintilla che dette inizio alla rivolta. Nel corso della serata e della notte che ne seguì i palermitani - al grido di "Mora, mora!" - si abbandonarono ad una vera e propria "caccia ai francesi" che dilagò in breve tempo in tutta l'isola, trasformandosi in una carneficina. I pochi francesi che sopravvissero al massacro vi riuscirono rifugiandosi nelle loro navi, attraccate lungo la costa. Si racconta che i siciliani, per individuare i francesi che si camuffavano fra i popolani, facessero ricorso ad uno shibbolet(cfr. Giudici 12,5-6), mostrando loro dei ceci («cìciri», nell'idioma locale) e chiedendo di pronunziarne il nome; quelli che venivano traditi dalla loro pronuncia francese, venivano immediatamente uccisi.

1 commento:

lola ha detto...

Muchas felicidades por esta página maravillosa.
Les deseo todo lo mejor

Un abrazo
Debe ser una buena persona por tu manera de escribir,

http://nsa20.casimages.com/img/2011/05/24/110524080053316279.jpg

Lettori fissi